Cisti e fibromi

Pin
Send
Share
Send
Send


Tra i molti termini medici, il termine "tumore" dà spesso origine a equivoci e paure gratuite e inutili. Un tipico esempio: il ginecologo scopre cisti sulle ovaie della donna durante l'esame. Annota sulla cartella clinica o nel ricovero ospedaliero la diagnosi "Adnextumor" e intende quindi solo che qualcosa di schwwurnstartiges presso "Adnexen" (= appendice dell'utero), quindi su ovaie o tube di Falloppio, si è formato.

Cisti e fibromi sono generalmente innocui

Nella parola "tumore", la maggior parte della gente pensa al "cancro". Tuttavia, le cisti ovariche sono quasi sempre entità benigne che non hanno nulla a che fare con il cancro. Lo stesso vale per i fibromi. Anche con questi tumori della muscolatura uterina, il rischio di un cambiamento maligno è estremamente basso.

Entrambe le strutture, le cisti e i fibromi sono diffuse e vengono sempre più scoperte dai ginecologi durante gli esami ecografici di routine. In molti casi, il medico interromperà la diagnosi e raccomanderà solo al suo paziente: aspetta. Questo è particolarmente vero per le cisti. Queste cavità piene di liquido possono verificarsi a qualsiasi età, singolarmente o in grandi quantità, su una o entrambe le ovaie. Non crescono da proliferazioni di cellule, ma dall'accumulo di fluido tissutale.

La causa più comune di formazione di cisti ovarica è un follicolo che non ha scoppiato normalmente durante l'ovulazione. Le piccole cisti di solito non causano disagio, ma a volte c'è un unilaterale, che tira dolore pelvico o una spiacevole sensazione di pressione. Si verificano anche sanguinamenti irregolari o pesanti. Le grandi cisti peduncolate possono ruotare attorno ai loro steli e causare improvvisamente forti dolori.

Cosa possono fare i ginecologi oggi

In molti casi, vale la pena prima osservare la crescita della cisti perché spesso regredisce da sola. Inoltre, prendere la pillola o altri preparati ormonali può fermare la loro crescita. Tuttavia, le cisti che potrebbero essere benigne e non causare disagio dovrebbero essere monitorate regolarmente mediante ecografia e palpazione. Se sono particolarmente a crescita rapida, non rispondono ai farmaci, causano più disagio alla donna o sono sospettosi nei confronti dell'ecografia, il ginecologo ne consiglierà la rimozione.

Anche i fibromi sono spesso innocui e talvolta solo il motivo dell'intervento. Questi tumori benigni si sviluppano nei muscoli lisci dell'utero e possono essere trovati in quasi ogni terza donna dopo i 35 anni. Se non causano alcun reclamo, è sufficiente un regolare monitoraggio ginecologico. Durante la menopausa, di solito sono a causa della produzione di ormoni in calo completamente indietro. Tuttavia, a seconda dell'estensione, i fibromi possono portare a sanguinamento mestruale forte e prolungato e una sensazione di pressione nel basso addome. A volte esercitano anche pressioni sulla vescica o sull'intestino causando disagio. Anche il dolore lombare è spesso il risultato di fibromi.

Quando aspettare, quando operare?

Il ginecologo può provare a ridurre il fibroma con nuove controparti ormonali dell'estrogeno (i cosiddetti agonisti del GnRH) da ridurre. In questo modo molte donne oggi sono risparmiate dall'intervento chirurgico. In altri casi, è sufficiente rimuovere solo singoli fibromi, in modo da preservare l'utero. Tuttavia, se i fibromi sono molto numerosi, nonostante la ripetuta ricrescita del trattamento medico e causi disagio, il ginecologo raccomanderà la rimozione dell'utero (isterectomia).

Le procedure utilizzate per l'esame e il trattamento di cisti e fibromi sono cambiate significativamente negli ultimi anni, sottolinea l'associazione professionale dei ginecologi. In molti casi, la chirurgia può essere eseguita oggi senza un taglio del corpo. Con l'aiuto della cosiddetta "chirurgia del buco della serratura", molte cisti e anche alcuni fibromi possono essere rimossi senza aprire la parete addominale, come parte di una laparoscopia (laparoscopia o pelviografia).

I benefici della chirurgia endoscopica non sono limitati all'effetto cosmetico benefico. Originariamente sviluppato da ginecologi, questo metodo è anche meno stressante e causa meno dolore. I pazienti guariscono più velocemente dopo la procedura e possono lasciare presto la clinica. Inoltre, le paure e lo stress mentale dell'operazione sono inferiori. Mentre il paziente si riprende più rapidamente dalla procedura, la chirurgia endoscopica contribuisce anche alla riduzione dei costi dell'assistenza sanitaria, si conclude nel messaggio dell'associazione ginecologo.

Загрузка...

Pin
Send
Share
Send
Send


Video: Rimedio naturale per il trattamento di cisti e fibromi nelle ovaie (Luglio 2020).

Загрузка...

Загрузка...

Categorie Popolari