Bulimia - sintomi, cause e terapia

Pin
Send
Share
Send
Send


I disturbi alimentari come la bulimia colpiscono principalmente le persone nel mondo occidentale. I disturbi alimentari possono essere associati a basso, normale o sovrappeso. La bulimia colpisce principalmente le giovani donne. Nonostante i grandi rischi per la salute e l'alta sofferenza, la bulimia spesso rimane inosservata per molto tempo. Pertanto, è importante saperne di più sullo sfondo della malattia, i sintomi della bulimia e le raccomandazioni di trattamento appropriate.

Cos'è la bulimia?

La bulimia è un disturbo alimentare. La bulimia descrive una malattia che causa un maggiore consumo di binge e spesso il vomito deliberato del cibo. Secondo la definizione tecnica, la malattia si chiama Bulimia nervosa. In tedesco, Bulimia è anche il termine Ess nervosa comune.

Altri disturbi alimentari comprendono l'anoressia, nota anche come anoressia o anoressia nervosa e disturbo da alimentazione incontrollata (dipendenza da cibo). Una bulimia nervosa atipica è presente se non tutti i criteri per la diagnosi di bulimia si applicano.

Quali sono i segni della bulimia?

I sintomi tipici della bulimia sono vomito e pranzo o binge eating. In alcuni casi, arriva anche nel frattempo alla perdita di peso e alla perdita di peso. Spesso, tuttavia, questo non è il caso a causa del binge eating, quindi un criterio per la bulimia è un BMI normale o elevato (BMI> 17,5).

D'altra parte, se il BMI è inferiore a 17,5 e allo stesso tempo, con l'aiuto di vomito o farmaci, si tenta di perdere peso, questa è stata un'anoressia atipica.

Conseguenze della bulimia

La bulimia spesso causa disturbi dovuti all'acido in bocca a causa del vomito. Quindi può venire in bocca e in gola a zone infiammate o infiammate e lo smalto viene attaccato. Come il Proteggi i denti dovrebbe essere discusso in singoli casi con il dentista curante.

Poiché i nutrienti essenziali possono essere persi in assenza di cibo e vomito, la perdita dei capelli spesso si verifica in coloro che sono affetti da disturbi alimentari.

Criteri per fare la diagnosi

I seguenti criteri e sintomi sono decisivi per la diagnosi di bulimia:

  • abbuffate frequenti (almeno due alla settimana per tre mesi o più)
  • Essanfälle principalmente in segreto e da solo
  • Avidità di cibo e occupazione in corso con il tema del cibo
  • Evitare l'aumento di peso da: vomito autoindotto o abuso di lassativi, diuretici o farmaci tiroidei
  • nell'auto-percezione, il proprio corpo è classificato troppo spesso

Cosa sta facendo la bulimia al corpo?

A causa del vomito frequente il corpo perde molto acido. Tuttavia, per produrre abbastanza acido dello stomaco, vengono rimossi dal sangue importanti sali. In casi estremi, questo può andare così lontano che il bilancio salino del sangue si mescola. Ciò crea il rischio di aritmia cardiaca.

Per evitare tali complicazioni potenzialmente letali della bulimia, sono necessari esami del sangue medici, soprattutto per quanto riguarda il livello di potassio nel sangue.

Cause: cosa può causare la bulimia?

Il picco della malattia è nella fascia di età tra 18 e 35 anni. Le cause della bulimia sono molto individuali in ogni singolo caso. La domanda "Come si ottiene la bulimia?" non è quindi sempre la stessa risposta. Come con altri disturbi alimentari (anoressia, disturbo da alimentazione incontrollata) sono i Trigger diversificato e dipende da diversi fattori.

La causa è solitamente un'interazione di predisposizione genetica e condizioni ambientali. Geneticamente, la serotonina messaggera sembra avere un ruolo. Come esempio di condizioni ambientali, questo può Ideale snellente della nostra società essere chiamato In alcuni casi i traumi possono essere trovati nella storia delle persone colpite. In alcuni casi, ci sono anche problemi nella regolazione delle emozioni con frequenti sbalzi d'umore.

Bulimia: chi è a rischio? Chi è interessato?

Ci sono nessun test, che può mostrare quanto sia alto il rischio di ottenere la bulimia. Ma in generale, i disturbi alimentari sembrano essere più comuni nel mondo occidentale, dove c'è un'eccedenza di cibo. Un aumento del rischio di sviluppare un disturbo alimentare sembra essere i seguenti gruppi di lavoro:

  • I modelli
  • Danzatore di balletto / interno
  • Flight Attendant / interno
  • Gli atleti / interno

Questi possono essere spesso esposti alla pressione dimagrante.

Inoltre, la bulimia si verifica frequentemente in connessione con altre malattie mentali.

Chi diagnostica la bulimia?

I disturbi alimentari sono diagnosticati da un medico, di solito uno psichiatra o uno psicoterapeuta. Di solito, un medico effettua la diagnosi iniziale e quindi trasferisce la persona interessata a uno psicoterapeuta.

Chi tratta la bulimia?

Per il trattamento della bulimia è necessaria la psicoterapia. Questo di solito viene fatto da uno psicoterapeuta psicologico o medico. La terapia medica e psicoterapeutica continua è il modo migliore per curare la bulimia.

Qui i malati imparano anche cosa e quando si deve mangiare la bulimia migliore. Particolarmente importanti sono la struttura quotidiana e il cibo strutturato.

In alcuni casi refrattari, la bulimia aiuta anche con la terapia farmacologica, come l'antidepressivo fluoxetina, un inibitore selettivo del reuptake della serotonina (SSRI).

Soffrendo della bulimia: chi aiuta?

Dal momento che la bulimia ha spesso un forte impatto negativo sulla salute fisica, generalmente dovrebbe essere fornito un co-trattamento medico. Gruppi di auto-aiuto o gruppi di parenti possono essere di aiuto nella terapia. Lì, punte scambiate e la coesione del gruppo possono proteggere contro le ricadute.

D'altra parte, blog e forum non sono raccomandati per l'auto-aiuto perché non sono accompagnati da personale specializzato.

Cosa fai per aiutare te stesso?

La bulimia è particolarmente problematica per le lunghe ore di fame tipiche della bulimia. La lunga astinenza dal cibo aumenta la suscettibilità al binge eating: dopo periodi di fame, la brama del cibo è a un certo punto così grande che difficilmente si può evitare un'abbuffata di cibo.

La prossima abbuffata sarà seguita da un altro periodo di fame come punizione e con l'obiettivo di perdere peso. Questo programma quindi la prossima abbuffata ed è un circolo vizioso che mantiene la bulimia.

Cosa fare? L'assunzione di cibo regolare e strutturato è fondamentale. Questo previene abbuffate e aiuta a mantenere un peso sano.

Cosa succede dopo la bulimia?

Spesso i malati hanno bisogno di molto tempo per cercare aiuto, perché l'argomento del disturbo alimentare è molto imbarazzante per loro. Dopo una terapia di successo, molti pazienti rimangono senza sintomi.

Altri malati raggiungono intervalli liberi da sintomi alternati a recidive. Un terzo gruppo richiede un supporto terapeutico a lungo termine se i sintomi della bulimia persistono.

Загрузка...

Pin
Send
Share
Send
Send


Video: Bulimia, binge-eating e fame emotiva e nervosa. I sintomi e la terapia (Luglio 2020).

Загрузка...

Загрузка...

Categorie Popolari